fbpx
Francesco Brunello

Cristina + Maurizio

Castello di Rossino - Lecco

Ci troviamo proprio su “quel ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno” dell’opera più famosa di alessandro manzoni, “I promessi Sposi“, in cui ambientò la dimora dell’Innominato: il Castello di Rossino. Una complessa struttura di origini medievale risalente al Duecento che, oggi, è una delle più antiche dimore storiche in Lombardia. Un castello da sogno per una favola proprio come quelle dei sogni che si facevano da bambini. E anche Andrea e Giulia hanno vissuto la loro favola d’amore al Castello di Marne, entrando nei TOP 5 a livello internazionale della classifica
WPPI.

Ma torniamo ai protagonisti di questa favola d’amore!

Cristina, all’interno della sontuosa suite della Torre, da dove il panorama è mozzafiato, è immersa nella magia e nel fascino di un glorioso passato.
Maurizio, nella sala della Corte, si prepara con l’aiuto di sua mamma in attesa della sorella, e testimone, per gli ultimi dettagli.

E mentre si attendono gli invitati e che Maurizio e Cristina si preparino, sulla terrazza panoramica del Castello di Rossino, Giulia Lodi Rizzini – che ringraziamo per questa collaborazione – e tutto lo staff di Good Moon Eventi stanno allestendo per la cerimonia. Intanto, Don Bruno controlla che tutto venga posizionato al posto giusto.

E’ arrivato il momento e Cristina, insieme alla piccola Vittoria, è pronta per scendere dalla Torre. Cristina, bellissima nel suo abito a sirena in pizzo, raggiunge Maurizio e la cerimonia può iniziare.

Chi conosce Don Bruno sa che durante la cerimonia non si smette mai di ridere, e di sorridere. Le lacrime non sono mancate quando i testimoni hanno dedicato parole di augurio per la vita insieme a Cristina e Maurizio, proprio come le dolci parole che le testimoni e le damigelle hanno dedicato a  Silvia e Leo, in riva al lago di Montorfano.
E per finire, tutti in piedi! Sulle note di un Ave Maria particolare, e sotto un cielo nero, tutti sono pronti per festeggiare Maurizio e Cristina con una pioggia di petali arancioni e rossi.

Qualche goccia di pioggia incupisce gli animi (ma non tutto è perduto, proprio come per Valeria e Francesco, in una piovosissima giornata di pioggia), ma si sa che dopo la pioggia esce sempre il sole. E mentre gli invitati si godono l’aperitivo allestito nella corte del Castello di Rossino, la luce del tramonto, dopo un piccolo temporale estivo, ci regala scatti di coppia indimenticabili.

E nel giardino degli ulivi tutto è pronto per la cena: due tavoli imperiali allestiti e un numero inqualificabile di candele creato un’atmosfera magica, proprio come nelle favole.

I balli con i genitori al lume di candela e gli speech, tipicamente stranieri, regalano a Maurizio e Cristina e ai loro ospiti, momenti ricchi di emozione. E per finire, il taglio della torta e gli scoppiettanti fuochi d’artificio che hanno riecheggiato per tutta la vallata.

Per info sul servizio fotografico del tuo matrimonio, scrivimi!

Guarda le altre fiabe